Soprattutto nei modelli di smerigliatrice angolare, il disco è un elemento molto importante, come tutti gli amanti di fai da te sapranno bene. Ma come funziona il disco? E qual è la sua funzione? Scopriamolo insieme.

Disco di una smerigliatrice

Una delle tipologie di smerigliatrice è quella angolare, conosciuta più comunemente come flex o flessibile. Essa funziona tramite un disco, che le permette di tagliare diversi materiali, come il legno, la pietra ed il marmo. Tuttavia, sempre grazie al disco, la smerigliatrice può anche levigare le superfici o addirittura lucidarle, andando ad eliminare ogni traccia di ruggine. Puoi anche usarla per smussare gli angoli o limare con precisione le saldature già effettuate.

Il disco, come puoi immaginare dal nome, rappresenta la parte rotante della smerigliatrice. Esso viene spesso identificato sulle schede tecniche degli apparecchi come dico o lama o mola. Ne esistono ovviamente di diverse fatture, fra le quali scegliere in base alla tipologia di materiale che andrai a lavorare.

Esistono poi dischi dal diametro diverso. Ciò significa che, in base alle tue esigenze, potrai acquistare dischi diversi, da montare sulla smerigliatrice quando ne hai bisogno. I dischi più piccoli hanno un diametro di 115 mm, e vengono usati per scopi puramente hobbistici. Si prestano comunque molto bene per lavori di precisione, come ad esempio la rimozione della ruggine dal ferro.

I dischi più grandi raggiungono invece un diametro di ben 230 mm. Ovviamente anche il peso è maggiore, ed è richiesta una maggiore dimestichezza con questo apparecchio per poterli usare bene. Sono quindi preferibili in ambienti più professionali o per lavorazioni molto più complesse di quelle legate all’ambito dei fai da te.

Comprendere come funziona il disco di una smerigliatrice è sicuramente molto importante, poiché ti permette di capire le reali potenzialità di questo macchinario, e quindi come metterle all’opera per ottenere i risultati desiderati.

Leggi anche: Consigli d’uso sulle seghe circolari